Perché sei quello che mangi

“Orientare i consumatori verso una corretta alimentazione, coniugando in un percorso virtuoso le indicazioni scientifiche con la nostra cultura millenaria del cibo, facendo in modo che sulle tavole europee arrivino cibi sani e di qualità, bloccando l’ingresso in Europa di quelli illegali o inquinati da patogeni o antiparassitari vietati, deve essere un obbligo, perché alla fine siamo quello che mangiamo.”

Oggi è sempre più diffusa la necessità di una corretta e obiettiva informazione sull’identificazione della qualità di una produzione corretta, salutare e sostenibile del cibo, che vede l’Italia non solo leader nel settore alimentare in Europa, ma un’eccellenza a livello mondiale.
I cittadini europei considerano più importante la qualità del prezzo, emergendo purtroppo sempre più spesso pratiche illegali da parte dei “biofurbi” e, nonostante l’importanza del settore e i controlli sempre più accurati, la cronaca dimostra che questi ultimi non sono sufficienti a garantire la qualità, gli aspetti nutrizionali e salutistici del cibo, ed è raro che il consumatore venga orientato verso un consumo responsabile, un cibo sano e di qualità, ed un corretto fabbisogno nutrizionale e salutistico.

Oltre a difendere le nostre eccellenze promuovendo in Europa il modello italiano per avere produzioni, sostenibili e di qualità, la mia missione sarà di garantire l’applicazione delle norme esistenti, modificando quelle assurde, come quella della curvatura minima del cetriolo, e promuovendone di nuove basate su quelle italiane.

Orientare i consumatori verso una corretta alimentazione, coniugando in un percorso virtuoso le indicazioni scientifiche con la nostra cultura millenaria del cibo, facendo in modo che sulle tavole europee arrivino cibi sani e di qualità, bloccando l’ingresso in Europa di quelli illegali o inquinati da patogeni o antiparassitari vietati, deve essere un obbligo, perché alla fine siamo quello che mangiamo.

Contattaci

Pin It on Pinterest

Share This